Tenerezza 2

Ho ricevuto una mail da uno studente, ne riporto il testo, tagliato il giusto per mantenere la privacy:

I would like to thank you for all your effort throughout the semester. You were always kind, helpful, energetic and cheerful. I enjoyed your course. I appreciate all your work.

Ecco, una lettera del genere mi rende felice. Mi fa pensare che i miei sforzi non sono stati invano. Che ho fatto qualcosa col piede giusto.

Che se ci penso, non ero sempre felice, a volte ero anche molto triste. Mentre spiegavo a volte mi chiedevo se ero noiosa, a volte, ripetendo la lezione per la terza volta (era la sezione che vedevo per terza), pensavo in background alle mie cose, e spesso non erano pensieri sereni… e mentre scrivevo formule sulla lavagna e cercavo di farmi capire, chiedendomi in particolare se quella classe di persone così timide ce l’avrebbe fatta, se mi capivano, o se ero troppo noiosa, che dovevo fare uno sforzo per ripetere con entusiasmo le cose anche a loro, che non era colpa loro se li vedevo per terzi…

Per una volta, sono contenta. Grazie! (e grazie anche agli studenti e studentesse che cose analoghe me le hanno dette di persona, l’ultima settimana…)

Mi viene la lacrimuccia ora, pensando a come invece nel privato mi lamento, a come sono… devo fare tesoro di quello che ho, invece di lamentarmi di quello che non ho. Devo pensare a come risolvere la mia condizione, a non fuggire e ad affrontare i problemi, le mie paure, le cose che rendono amara la mia vita e che mi fanno rifugiare altrove per evitare lo scontro… Deve esserci una soluzione. Lo so che c’è, l’ho anche pensata.

È in realtà difficile, ma ce la posso fare.

…e in questo attimo di comprensione meravigliosa, smetto di scrivere e inizio a darmi da fare per quella soluzione…

 

Advertisements

7 thoughts on “Tenerezza 2”

  1. Vedi!?
    Cosa scrivevo?
    In ogni caso, direi che sebbene si tratti di una bella gratificazione, non far dipendere la tua autostima da ciò che viene o non viene dall’esterno.
    Mantenere una propria linea ecologica porta frutti nel tempo.
    Evviva!

    Like

    1. Beh, un po’ occorre controllare il feedback (nel senso: stanno ascoltando? Mi stanno seguendo? o devo fare in modo di catturare meglio l’attenzione?).
      Però i frutti si vedono (spesso) alla lunga.
      Grazie! 🙂

      Like

  2. Bimba…io credevo che tu non scrivessi da settembre! Non mi arrivavano più le notifiche dei tuoi post su Blogger!!!! Ora leggo tutto.
    Ma attenta, alcuni post hanno chiudo lo spazio commenti (come “tenerezza”)…
    Baci intanto!

    Like

Leave a Reply (Moderation ON)

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s